Museo Lamborghini

Il Museo Lamborghini nasce a Sant’Agata Bolognese, dove in un perfetto connubio tra eleganza ed imponenza rende merito alle storiche auto che sono esposte al suo interno.

Articolato su due piani, il museo Lamborghini, accompagna i visitatori in un suggestivo percorso tra le auto che hanno fatto la storica della casa automobilistica del toro. Si tratta di un viaggio lungo 50 anni, a partire dagli anni sessanta fino ai giorni nostri, nel quale sarà possibile incontrare modelli di automobili indimenticabili come la 350 GT, la Countach, la Miura, la Espada o la gamma Diablo senza dimenticare le auto più recenti e che rendono ancora oggi la Lamborghini una pietra miliare nel panorama motoristico dell’Emilia e dell’Italia.                                                   Oltre ai modelli di auto chi si avventurerà in questo viaggio tra i motori sarà accompagnato da bellissime foto storiche a partire da quella del fondatore Ferruccio Lamborghini.

 

  

Altrettanto interessante e ricco di fascino e storia è il Museo Ferruccio Lamborghini di Funo di Argelato (BO), voluto da Tonino Lamborghini in onore del padre. Una maestosa struttura di 9000 mq in cui è possibile ammirare l’intera produzione industriale di Ferruccio e che hanno reso celebre l’azienda.  Durante la vostra visita non potrete fare a meno di notare un prototipo di elicottero e dell’offshore Fast 45 Diablo Classe 1 di 13,5 metri con motore Lamborghini 11 volte campione del mondo.

 

Per maggiori informazioni o per i contatti potete accedere al link del sito ufficiale:

Museo Lamborghini

Museo Ferruccio Lamborghini

Pagani automobili

La società Pagani Automobili nasce nel 1999 fondata da Horacio Pagani che grazie alla collaborazione pluriennale con la Lamborghini, prima come membro dello staff e poi come collaboratore esterno, riuscì a mettere in pratica l’idea, che già da anni maturava, di creare un’auto che fosse la punta di diamante nel segmento di mercato Gran Turismo. Quest’auto fu la ormai storica Pagani Zonda che vide la luce nella fabbrica Pagani di San Cesario sul Panaro, in provincia di Modena.
La prima spettacolare Pagani Zonda, già conosciuta con il nome di Fangio F1 grazie alla passione di Pagani per il pilota Manuel Fangio, fece il suo ingresso in società nel 1999 al Salone dell’Auto di Ginevra.

Dopo tanti anni e svariati modelli tutti di successo la Zonda ha lasciato il campo nel corso del 2011 alla sua evoluzione, la Pagani Huayra un bolide con una potenza incredibile di 700 CV.
Inutile dire che i prezzi sia delle varie versione della Zonda che della nuova nata Huayra non sono alla portata di tutti. Basti pensare che la Zonda Huayra parte da una base di circa un milione di euro.

Passando da Modena una visita alla fabbrica Pagani di San Cesario sul Panaro non può mancare e noi saremo felici di essere la vostra base di partenza per visitare quella che da tutti è conosciuta come la Terra dei Motori.

 

 

 

Museo Ferrari di Maranello

Il Museo Ferrari di Maranello è uno dei punti cardine attorno al quale ruota la passione e la tradizione automobilistica della regione. Conosciuto come Galleria Ferrari fino al 2011, il Museo Ferrari può vantare fino a 180000 presenze annuali. Al suo interno, oltre alle automobili da pista e da strada che hanno fatto la fortuna della Ferrari, sono esposte foto e premi a testimonianza della gloriosa storia che ancora oggi rende la casa di Maranello uno dei fiori all’occhiello dell’automobilismo Italiano ed internazionale.
Il museo è diviso in aree tematiche che ricoprono a tutto tondo le esigenze degli appassionati di motori, dalla Formula Uno alle vetture Granturismo passando per le sportive.
Il nuovo laboratorio didattico Red Campus, è uno spazio interattivo dedicato ai più giovani dove poter approfondire le ragioni che hanno reso l’azienda Ferrari quello che è, cioè un modello di riferimento per innovazione tecnologica, lavoro di squadra, stile e design.
Molto caratteristica ed affascinante è la cittadella Ferrari che permette ai visitatori di entrare virtualmente negli storici stabilimenti di Maranello.

Per maggiori informazioni o per i contatti potete accedere al link del sito ufficiale: Museo Ferrari di Maranello

L’Hotel Europa all’insegna del rosso Ferrari sarà felice di poter essere il vostro punto di partenza per un’esperienza indimenticabile nel mondo dei motori.

 

Museo Casa Enzo Ferrari

Il Museo Casa Enzo Ferrari di Modena anche conosciuto come MEF, nato con il preciso intento di riportare lustro sulla tradizione automobilistica modenese, è stato inaugurato nel corso dell’anno 2012 e rievoca, all’interno delle sua mura, la vita e le opere del famosissimo fondatore della omonima casa automobilistica, Enzo Ferrari.
L’ambizioso progetto di ristrutturazione è stato affidato all’abile mente dell’architetto Jan Kaplicky e ultimato dal suo assistente Andrea Morgante.
Il complesso, oltre al museo Ferrari, comprende anche la casa-officina in cui nacque lo stesso Enzo Ferrari e all’interno della quale portò a termine anche molti dei suoi lavori.

Per maggiori informazioni potete visitare il sito ufficiale del museo cliccando sul link qui di seguito:
Museo Casa Enzo Ferrari di Modena

Se volete rivivere insieme a noi la storia di Enzo Ferrari e delle sue auto prenotate una camera all’Hotel Europa, solo 600 metri ci separano dalla storia automobilstica di Modena e d’Italia. L’Hotel Europa di Modena è vicino al museo Casa Enzo Ferrari, raggiungibile a piedi in soli 5 minuti.

 

 

 

Accademia Militare di Modena

In Piazza Roma presso il prestigioso Palazzo Ducale ha sede uno dei fiori all’occhiello della città di Modena, l’ accademia militare. In pieno centro storico, la scuola militare di Modena, ha l’importante compito di formare e selezionare i futuri ufficiali di esercito e carabinieri con un percorso di studi della durata di 2 anni.
Tutti gli aspiranti ufficiali dovranno sostenere una serie di concorsi prima di poter essere ammessi all’accademia militare di Modena e ad ogni singolo concorso, che viene stabilito annualmente con specifici decreti, viene assegnato un punteggio.

L’accademia così come la sede in cui viene ospitata hanno una storia ricca di avvenimenti e di personaggi illustri, grazie ai quali l’importanza di questo ente è rimasta invariata se non aumentata nel tempo. Basti pensare che tra gli ex-allievi dell’Accademia figurano dieci marescialli d’Italia, un maresciallo dell’aria, trentuno ministri, 6 presidenti del consiglio, trentuno senatori del Regno e tre senatori della Repubblica e un deputato.

Chiunque fosse interessato ad avere maggiori informazioni sull’accademia militare o solo a visitare  la sua sede può cliccare sui link indicati qui di seguito:
Sito Ufficiale dell’Accademia Militare di Modena
Visite Guidate al Palazzo Ducale di Modena

Nel frattempo l’Hotel Europa, che dista solo pochissimi metri dall’Accademia Militare sarà felice di ospitarvi nel corso del vostro soggiorno.

 

 

Aceto Balsamico di Modena

L’Aceto Balsamico Tradizionale di Modena è un prodotto tradizionale della cucina di Modena, la cui produzione è documentata già a partire dal1046, apprezzato nel rinascimento dagli estensi. È prodotto con mosti provenienti esclusivamente dalla provincia di Modena.
Attualmente questo prodotto è tutelato dal marchio di Denominazione di origine protetta.
L’aceto balsamico prelevato dalle botti al termine del periodo di invecchiamento ha un aspetto ed un aroma intenso inconfondibile. Il sapore non è necessariamente acido, ma può variare ed essere anche piuttosto dolce. Il colore è simile alla liquirizia e la consistenza è sciropposa.
L’impiego ottimale è come condimento di insalate, ma anche su carni e pesce, bolliti, formaggio Parmigiano-Reggiano e frutta (in particolare su fragole, pesche e frutti tropicali). È ottimo con le preparazioni a base di uova e con le ostriche della Bretagna.

Link esterni:
Museo del Balsamico Tradizionale di Spilamberto
Acetaia di Giorgio
Piacere Modena – Palatipico